Domande Frequenti sul Nicomenthyl 20

Caratteristiche generali

Si. Quello che era prima chiamato “Nicomenthyl” è ora denominato “Nicomenthyl 20”.

Nicomenthyl 20 è la stessa sostanza (mentil nicotinato: purezza >99%), stesso numero CAS (40594-65-8), stesso nome INCI (menthyl nicotinate), stesse proprietà chimico-fisiche, stesse caratteristiche tecniche della sostanza precedentemente chiamata Nicomenthyl.

Il marchio registrato Nicomenthyl® rappresentava dapprima un singolo prodotto; successivamente, tuttavia, si è evoluto in una linea comprendente altri 2 nuovi prodotti cosmetici, entrambi a base di mentil nicotinato (cioè Nicomenthyl Cool & Nicomenthyl Hot). Per meglio differenziare tra di loro questi prodotti, si è scelto di assegnare alla molecola pura originale (mentil nicotinato) il nome Nicomenthyl “20”, in riferimento al 20 gennaio del 2020, cioè alla data in cui Multichem R&D ha inaugurato una nuova procedura industriale per la sintesi di mentil nicotinato maggiormente purificato e completamente deodorizzato.

Il Nicomenthyl 20 NON è una miscela.
Il Nicomenthyl 20 è una “sostanza”, dove per sostanza si intende, secondo l’Art.2 punto b) del Regolamento CE 1223/2009, “un elemento chimico e i suoi composti, allo stato naturale od ottenuti per mezzo di un procedimento di fabbricazione, compresi gli additivi necessari a mantenerne la stabilità e le impurezze derivanti dal procedimento utilizzato, ma esclusi i solventi che possono essere separati senza compromettere la stabilità della sostanza o modificarne la composizione”.

Trattandosi di una sostanza, l’INCI del Nicomenthyl 20 è semplicemente “Menthyl nicotinate”.

Il Nicomenthyl 20 viene prodotto a livello industriale attraverso una tecnologia di processo proprietaria brevettata che ne garantisce un grado di purezza >99%.

Certamente. Il Nicomenthyl 20 gode di una eccezionale stabilità ossidativa; è termostabile per cui può essere utilizzato sia a caldo che a freddo in qualsiasi formulazione cosmetica e non presenta incompatibilità con altri ingredienti. Tuttavia, come tutti gli esteri, è stabile a pH moderatamente acidi mentre tende ad idrolizzarsi a pH alcalini (>8) soprattutto a caldo.

Il Nicomenthyl 20 è un ingrediente di derivazione naturale (derived natural ingredient) come per definizione descritta nella sezione 3.1 della ISO 16128-1 Definition for ingredients. Il suo indice di origine naturale (NOI, Natural Origin Index) = 0,59.

No. È ricavato per sintesi da Mentolo e Niacina, entrambi presenti in natura.

No. Il Nicomenthyl 20 non ha bisogno per la sua conservazione né di conservanti né di antiossidanti.

Il Nicomenthyl 20 è completamente termostabile e non richiede condizioni particolari di stoccaggio; la sua shelf life è di gran lunga superiore a 36 mesi.

Il Nicomenthyl 20 non è, direttamente o indirettamente, derivato o prodotto a partire da OGM (organismi geneticamente modificati) e loro derivati, in conformità con Regolamento CE 834/2007.

No, il Nicomenthyl 20 non è di origine animale e non contiene nessuna sostanza di origine animale, né entra in contatto con derivati ​​di origine animale in nessuna fase della sua produzione.

Il Nicomenthyl 20 è incolore (bianco, trasparente), quasi come l’acqua.

Il Nicomenthyl 20, a differenza di altri nicotinati più volatili (come ad es. metil nicotinato, etil nicotinato, ecc.), è inodore.

Relazioni con Niacina e Mentolo

NO, non c’è alcuna relazione funzionale tra Mentil nicotinato e Nicotina.
La Niacina o Vitamina B3 è conosciuta anche come Acido nicotinico perché nel 1873 il chimico austriaco Ugo Weidel riuscì a sintetizzarla in laboratorio a partire dalla Nicotina, e per questo motivo le assegnò il nome di Acido nicotinico.
Fu solo nel secolo successivo che, dopo aver scoperto che si trattava di una Vitamina (Conrad Elvehjem, 1937), l’American Medical Association, al fine soprattutto di evitare analogie infondate e illogiche tra gli effetti nocivi della Nicotina e quelli benefici delle vitamine, propose nel 1942 un nome più commerciale e meno fuorviante: NI AC IN, dalle prime due lettere di NIcotinic ACid e dalle ultime due di vitamIN.

L’acido nicotinico si chiama così perché nel 1873 il chimico austriaco Ugo Weidel era riuscito a sintetizzarlo ossidando la nicotina con acido nitrico. Fu questo l’unico motivo per il quale la sostanza venne chiamata allora con il nome di acido “nicotinico”, pur non avendo nessuna relazione, né biochimica né tossicologica, con il noto alcaloide del tabacco.

Nessuna. Acido nicotinico e niacina sono sinonimi, entrambi i termini indicano la stessa molecola. Acido nicotinico = Niacina = Vitamina B3 = Vitamina PP (Pellagra Preventing). La carenza di Vitamina B3 nell’uomo causa l’insorgere di una grave malattia nota con il nome di Pellagra, denominata anche la malattia delle 4 D: dermatite, diarrea, demenza, decesso.

La Niacina ricopre un ruolo essenziale in tutto il mondo animale. È precursore di importanti coenzimi come il NAD e il NADP, essenziali per il metabolismo energetico delle cellule epiteliali e per il mantenimento dell'integrità della barriera cutanea; è necessaria per la formazione dei globuli rossi, per il trasporto di ossigeno e sostanze nutritive, per la rimozione di tossine e prodotti di scarto cellulare attraverso il microcircolo cutaneo;  riduce inoltre i livelli di trigliceridi e colesterolo; ha effetti benefici nella prevenzione di disturbi cardiovascolari; è molto importante per il corretto e sano funzionamento del sistema nervoso e attività cerebrali (la sua carenza causa l’insorgere di gravi disturbi mentali); è essenziale per la sintesi di ormoni come estrogeni, progesterone, testosterone.

Recenti studi scientifici hanno dimostrato che, nelle 24 ore successive all’applicazione di un prodotto a base di Nicomenthyl 20, circa il 18% della dose totale di niacina inizialmente contenuta nella molecola del Nicomenthyl 20 viene rilasciato nell’epidermide.

Il mentolo svolge una importante azione balsamica e lenitiva. Al rilascio lento (time-release) ed equimolare di Mentolo si deve l’assenza di effetti irritativi rubefacenti (niacin-flush) propri di altri nicotinati, senza tuttavia che ciò inibisca le funzionalità biochimiche e vitaminiche della Niacina.

Rigorosi test di valutazione in vitro della sensibilizzazione cutanea hanno confermato che il Nicomenthyl 20 non è di per sé una sostanza sensibilizzante.
Per precauzione tuttavia, considerando che il Nicomenthyl 20 rilascia lentamente Mentolo nella pelle, si consiglia a chi è allergico a questa sostanza di fare delle semplici prove allergiche (sull’avanbraccio interno) del prodotto cosmetico a base di Nicomenthyl 20.

La niacina che raggiunge una certa zona cutanea causa una dilatazione dei vasi capillari incrementando così il flusso sanguigno in quell’area.

Ciò è considerato un effetto caratteristico della niacina, del tutto naturale e benefico, in quanto consente l’eliminazione delle tossine che si erano accumulate nel tessuto ipodermico.

Tale attivazione della microcircolazione può dar luogo ad una sorta di arrossamento, accompagnato da una sensazione di calore e da una specie di formicolio (in ingl. tingling). Si tratta di una reazione temporanea, che si attenua o scompare nell’arco di circa una decina di minuti. Il fenomeno, chiamato in inglese niacin-flush, è del tutto innocuo e rappresenta semplicemente un indicatore dell’aumento di microcircolazione.

No. Il Niacin-flush rappresenta un benefico meccanismo di incremento della circolazione cutanea che consente una sorta di efficace “pulizia” delle cellule e una rapida eliminazione delle tossine ivi accumulate. È completamente innocuo e solitamente sparisce nell’arco di qualche decina di minuti.

Assolutamente no. Molte persone credono ingenuamente che il benefico effetto vasodilatatorio della Niacina sia sintomo di un’allergia. I due fenomeni possono avere delle somiglianze ma sono bio-chimicamente e fisiologicamente diversi. L’iperemia causata da un’allergia può essere dovuta ad un rilascio localizzato di istamina nei tessuti epiteliali, provocato dalla presenza di allergeni. Il Niacin-flush è invece il risultato della naturale attivazione da parte della Niacina di una serie di processi biochimici che, oltre ad attivare alcuni specifici termo-recettori cutanei, generano delle particolari sostanze note come prostaglandine (PGD2 e PGE2), quest’ultime responsabili della temporanea vasodilatazione cutanea. È proprio la vasodilatazione prodotta dalle prostaglandine il fattore che consente una maggiore ossigenazione e un maggior nutrimento dei tessuti, nonché una più efficace e simultanea eliminazione delle tossine e scorie metaboliche cellulari nella zona cutanea interessata dal flush. Non c’è nessuna reazione relativa ad allergeni in questo meccanismo. Al contrario, è un meccanismo di ossigenazione, apporto di sostanze nutritive e detossinazione, attivato dalla Niacina stessa.

La porzione mentilica (del mentolo) nella molecola del mentil nicotinato agisce come una specie di controllore/ modulatore nei confronti della porzione nicotinica (della niacina). Occasionalmente tuttavia, prodotti cosmetici per la pelle o per i capelli contenenti Nicomenthyl 20, a seconda della concentrazione e del tipo di formulazione, possono produrre un leggero e benefico rossore nell’area di applicazione, accompagnato da una specie di sensazione di formicolio sottocutaneo, che sparirà in breve tempo.

Ciò è dovuto alla niacina rilasciata dal Nicomenthyl 20, che per così dire “ripulisce” le cellule epiteliali interessate, aumentando il flusso sanguigno in quella determinata zona cutanea. Tale processo è del tutto naturale, UTILE e BENEFICO, in quanto produce la fuoriuscita e l’eliminazione di tossine dai tessuti adiposi cutanei.

La reazione di flushing si attenuerà sempre di più, man mano che si effettueranno successive applicazioni del prodotto in quella determinata area, senza tuttavia alcuna riduzione della sua efficacia detossinante.

Il Niacin-flush si può ridurre o addirittura evitare in due modi:

  • Diminuendo la concentrazione di Nicomenthyl 20 nella formula, per esempio allo 0,5% o anche meno.
  • Rendendo la composizione cosmetica più “anidra”, con meno glicoli e più olii o cere, al fine di ridurre la velocità di penetrazione del mentil nicotinato attraverso la pelle. Ciò renderà l’assorbimento cutaneo più graduale e distribuito nel tempo, minimizzando o addirittura eliminando l’effetto niacin-flush, e mantenendo comunque un’efficacia detossinante ottimale.

Meccanismo d'azione e proprietà

Il Nicomenthyl 20 penetra negli strati più superficiali della cute dove si idrolizza lentamente nei suoi componenti originari: Niacina e Mentolo.
Il Mentolo procura la tipica sensazione di fresco, la Niacina invece genera una sensazione di calore e contemporaneamente incrementa l’attività del microcircolo cutaneo (vasodilatazione cutanea modulata). Senza nessuna irritazione o sensibilizzazione.
La Niacina inoltre dà luogo ad una complessa serie di reazioni biochimiche, che conducono alla sintesi di importanti co-enzimi, tra cui la nicotinammide adenina dinucleotide (NAD). Il NAD interviene in centinaia di reazioni enzimatiche, quali ad esempio: processi di produzione di energia (ATP), reazioni metaboliche di ossido-riduzione, ciclo di Krebs, regolazione della segnalazione cellulare nel sistema immunitario, riparazione dei danni al DNA, rinnovamento delle cellule epiteliali, sintesi di lipidi essenziali (ceramidi) per la funzionalità e l'integrità della barriera cutanea, ecc.

Un test di Flussimetria Laser Doppler, condotto su 20 volontari di entrambi i sessi, usando una preparazione topica al 3% di Nicomenthyl 20, in comparazione a un controllo negativo (placebo), ha confermato un aumento statisticamente significativo dei valori di flusso microcircolatorio di quasi il 150% dopo 30 minuti e ancora del 90% dopo 60 minuti dall’applicazione. Senza nessuna irritazione o sensibilizzazione.

I maggiori benefici sono: a) aumento dell’apporto di ossigeno, sostanze nutritive e glucosio b) rimozione dei prodotti metabolici di scarto delle cellule epiteliali c) aumento dell’integrità della barriera cutanea.

Il concetto dell’integrità della barriera cutanea è molto importante in cosmesi funzionale. Si riferisce principalmente allo strato corneo (la parte esterna dell’epidermide) e descrive in pratica la forza e la versatilità della pelle e quanto essa è in grado di proteggere i tessuti e gli organi interni da fattori aggressivi esterni. La desquamazione dello strato corneo contribuisce alla rimozione di eventuali batteri e altri agenti infettivi depositatisi sulla sua superficie.

La barriera cutanea è altamente impermeabile, caratteristica questa che previene la perdita di acqua verso l’esterno e impedisce l’ingresso di agenti nocivi nei tessuti sottostanti, come ad esempio microorganismi, virus, agenti chimici, ossidanti, particolati inquinanti, particelle di fumo, radiazioni UV, ecc.

È lo scudo protettivo del sistema immunitario innato, una vera e propria “prima linea” di difesa contro microorganismi invasivi.

Mantere la funzione barriera della pelle in buone condizioni rientra perfettamente nella definizione generale di “prodotto cosmetico”: “… qualsiasi sostanza o miscela destinata ad essere applicata sulle superfici esterne del corpo umano (epidermide, sistema pilifero e capelli, unghie, labbra, organi genitali esterni) oppure sui denti e sulle mucose della bocca allo scopo esclusivamente o prevalentemente di pulirli, profumarli, modificarne l’aspetto, proteggerli, mantenerli in buono stato o correggere gli odori corporei” (Regolamento (CE) n. 1223/2009 del 30 novembre 2009 sui prodotti cosmetici, art. 2).

Perché, una volta assorbito attraverso la barriera cutanea, il Nicomenthyl 20 rilascia lentamente niacina (Vitamina B3) nella pelle. La niacina è il precursore del coenzima NAD (Nicotinammide Adenina Dinucleotide), il più importante fattore biochimico responsabile dell’integrità della barriera cutanea.

Il NAD partecipa a più di 450 reazioni biochimiche, la maggior parte delle quali riguardano funzioni anaboliche e cataboliche essenziali, quali ad esempio: produzione di energia cellulare (ATP), stabilità cromosomica, riparazione del DNA, segnalazione cellulare immunitaria, reazioni di ossido-riduzione, rinnovamento epidermico, meccanismi di longevità cellulare, ecc.

Studi recentemente condotti dimostrano un altissimo grado di penetrazione, con un picco del 53,8% della dose applicata in soli 30 minuti. L’intero processo di assorbimento cutaneo si completa praticamente in un periodo di 24 ore dall’applicazione.

Il Nicomenthyl 20, essendo un potente attivatore del microcircolo cutaneo (grazie al suo lento e prolungato rilascio di Vitamina B3), ha profondi effetti benefici sul ciclo biologico del follicolo pilifero. L’aumento del flusso sanguigno prodotto dal Nicomenthyl 20 alla base del bulbo pilifero è essenziale per l’ossigenazione, l’apporto di sostanze nutritive e l’eliminazione degli scarti metabolici. Tali funzioni sono determinanti per prevenire l’eccesso di caduta e consentire un rinforzamento e una crescita sana dei capelli.

Assolutamente sì. Il rilascio lento e prolungato di Vitamina B3 e l’attivazione del microcircolo cutaneo prodotti dal Nicomenthyl 20 sono fattori essenziali per l’ossigenazione, l’apporto di sostanze nutritive e l’eliminazione delle scorie metaboliche in tutti i tipi di pelle.

Solo in meglio e in alcuni casi. Il Nicomenthyl 20 infatti, a causa del suo alto punto di ebollizione, può agire come fissativo delle note più volatili, contribuendo così a ridurne la velocità di evaporazione e a migliorare la longevità dell’intera fragranza.

Perché sarebbe inutile. Se utilizzato a concentrazioni superiori rispetto a quelle raccomandate, la quantità di niacina rilasciata nella pelle dal menthyl nicotinate idrolizzato potrebbe provocare una vasodilatazione superiore a quella fisiologicamente necessaria (il cosiddetto niacin flush) e che potrebbe risultare fastidiosa, seppur non pericolosa.

Il Nicomenthyl 20 può essere utilizzato in tutti i tipi di prodotti cosmetici ad una concentrazione che varia dallo 0,5-1% per prodotti viso, 0,5-3% per prodotti corpo e fino al 5% in prodotti “speciali” come ad esempio serum protettivi per la barriera cutanea, trattamenti tricologici anticaduta, preparati anticellulite, creme anti-fatigue gambe e piedi, ecc.

L’intensità dell’effetto sensoriale del Nicomenthyl 20 dipende 1) dalla concentrazione nel prodotto finito 2) dal tipo di formulazione (es. emulsione acquosa, lozione idro-alcolica, composizione grassa o anidra, ecc.) 3) dalla presenza o meno in formula di particolari sostanze veicolanti come ad es. solubilizzanti, glicoli, alcoli, oli leggeri ad alta diffusione cutanea, ecc. 4) dalla zona del corpo su cui è stato applicato il prodotto.
Il modo migliore per valutare intensità e longevità dell’effetto sensoriale del Nicomenthyl 20 è provarlo sulle labbra, ad una concentrazione del 3% in un prodotto a composizione acquosa.

Proprio grazie alle due porzioni della sua struttura molecolare, quella propria della Niacina (vasoattiva, riscaldante) e quella propria del mentolo (rinfrescante), il Nicomenthyl 20, opportunamente dosato e solubilizzato in prodotti cosmetici, esercita un effetto modulatore e sinergico nei confronti di molti altri agenti sensoriali, prolungandone l’efficacia nel tempo e riducendone l’aggressività sulla pelle.
Tipico per esempio è l’effetto che si ottiene combinando in un’unica soluzione Nicomenthyl 20 e Mentolo: l’effetto rinfrescante del Mentolo viene per così dire ammorbidito, modulato e prolungato nel tempo, riducendone contemporaneamente gli effetti collaterali fastidiosi.
Analogo l’effetto modulatore sugli agenti sensoriali del caldo (che agiscono cioè sui termorecettori cutanei del caldo), quali ad es. Vanillil butil etere, Metil nicotinato, Olio essenziale di zenzero, ecc.: la porzione mentilica del Nicomenthyl 20 agisce come una sorta di “attenuatore”, di equilibratore e modulatore della sensazione di caldo, “addolcendola”, moderandola e prolungandola nel tempo.

L’effetto sensoriale unico e “modulato” che è in grado di offrire il Nicomenthyl 20 ha la caratteristica di essere particolarmente longevo, per cui è possibile avvertire il tipico “fresh tingling” anche dopo un’ora dall’applicazione di un prodotto contenente Nicomenthyl 20, a seconda ovviamente della concentrazione usata e del tipo di prodotto finito.

Test di efficacia e sicurezza

No. Dal 2009 è vietato commercializzare in Europa prodotti cosmetici i cui ingredienti siano stati testati su animali in conformità con il Regolamento (CE) n. 1223/2009 del 30/11/2009.

I fondatori di Multichem R&D sono sempre stati contrari alla sperimentazione su animali giudicandola inutile e crudele. Il Nicomenthyl 20 non è mai stato testato su animali e non lo sarà mai. È stato sottoposto a tutti i necessari test convalidati dalla legislazione Europea al fine di dimostrarne la completa sicurezza ed efficacia.

Sono stati eseguiti: test di valutazione in vitro dell’irritazione cutanea su epidermide umana 3D ricostituita (secondo OECD 439); test in vitro predittivo di sensibilizzazione cutanea tramite la valutazione dell'attivazione (espressione di marcatori di superficie) su monociti/macrofagi; test in vitro per la valutazione dell’irritazione della mucosa vaginale mediante valutazione della vitalità del tessuto ricostruito in vitro dopo esposizione acuta alla sostanza in esame; valutazione in vitro del potenziale di irritazione oculare attraverso saggio di citotossicità Neutral Red Uptake su coltura cellulare e test mediante Het Cam su uova embrionate di pollo. Tutti i test hanno confermato l’assenza di effetti irritanti e/o sensibilizzanti.
Tuttavia, adottando il principio precauzionale (precautionary principle) al fine di minimizzare il rischio di irritazione oculare, nonostante i relativi test in vitro abbiano dato esito negativo, la sostanza è stata classificata Eye Irritant 2 in conformità al Regolamento 1272/2008/CE (CLP).

Il Nicomenthyl 20 non è un irritante cutaneo. Il rossore momentaneo che in alcuni soggetti si può osservare in seguito all’applicazione di un prodotto cosmetico contenente Nicomenthyl 20 è dovuto alla benefica attivazione del microcircolo cutaneo.
Qualsiasi eventuale lieve arrossamento cutaneo osservabile in soggetti sensibili si attenua considerevolmente o scompare del tutto nell’arco di tempo di meno di un’ora.

Il Nicomenthyl 20 non è un sensibilizzante, come comprovato dai rigorosi test in vitro effettuati.

Il Nicomenthyl 20 non è un irritante oculare come dimostrato da test condotti in vitro. Tuttavia, per il principio precauzionale (vedasi precautionary principle https://en.wikipedia.org/wiki/Precautionary_principle) e per garantire una totale sicurezza al consumatore finale, è stato classificato come Eye Irritant 2 H319 (provoca grave irritazione oculare).

Assolutamente sì. Un recente studio ha dimostrato che il Nicomenthyl 20 contribuisce a mantenere e proteggere molto efficacemente la vitalità delle cellule epiteliali esposte a tutti i tipi di radiazioni solari.

Il Nicomenthyl 20 non è un filtro solare (cioè non assorbe o riflette frazioni della radiazione UV) e pertanto non ha un fattore di protezione solare SPF. La sua azione protettiva nei confronti dei raggi UVA e UVB è di natura squisitamente biochimica e biologica, dovuta cioè al rilascio di Vitamina B3 nella pelle. La Vitamina B3 è oggi considerata più efficace degli stessi filtri solari nella prevenzione e protezione dai tumori della pelle causati dall’eccessiva esposizione ai raggi solari. (RF: Niacin The Real Story by Abram Hoffer, MD., Ph.D – Andrew W. Saul, Ph.D, and Harold D. Foster, Ph.D. Publisher Basic Health Publications INC)

Assolutamente sì. Un recente studio ha dimostrato che il Nicomenthyl 20 è in grado di riportare ai livelli basali (o anche al di sotto) il contenuto di lipoperossidi delle cellule epiteliali aggredite con fumo sintetico.

Un recente studio ha dimostrato che il Nicomenthyl 20 protegge in modo completo incrementando il metabolismo cellulare e quindi la capacità delle cellule di contrastare l’aggressione degli agenti ossidanti.

Assolutamente sì. Un recente studio ha dimostrato che il Nicomenthyl 20 presenta un’attività detossinante molto marcata, in grado di riportare ai livelli basali (o persino migliorarli) tutti i parametri biologici di vitalità metabolica delle cellule epiteliali aggredite da polveri urbane inquinanti.

Nicomenthyl e altri derivati della niacina

Sono sostanze completamente differenti con strutture molecolari molto diverse:

metil nicotinato

Metil nicotinato

mentil nicotinato

Mentil nicotinato

Il Metil nicotinato è un agente vasodilatatore molto forte e può dar luogo in certi casi a irritazioni cutanee persino a concentrazioni molto basse (0,1% o anche meno). Il Mentil nicotinato (Nicomenthyl) attiva efficacemente il microcircolo cutaneo senza tuttavia causare fastidiose iperemie o irritazioni, ma al contrario produce una piacevole sensazione di caldo-freddo nella zona di applicazione.

La Niacinamide (o Nicotinamide), pur essendo considerata un’altra forma di Vitamina B3, ha una struttura chimica diversa da quella dell’acido nicotinico. Essa è un derivato dell’acido nicotinico, chimicamente denominato l’ammide dell’acido nicotinico:

niacina

Niacina o Acido nicotinico

niacinamide

Nicotinamide o Niacinamide

No, la Niacinamide non ha alcuno effetto vasodilatatorio. Non è un attivatore del microcircolo cutaneo.

No. Essendo la Niacinamide idrosolubile, il suo grado di assorbimento transcutaneo in 24 ore, è solo il 2,2% della dose applicata. Questa quantità è molto bassa se raffrontata alla quantità di Vitamina B3 rilasciata dal Nicomenthyl 20 (liposolubile) nella pelle, quantità che, nelle 24 ore, raggiunge valori di circa il 18% della dose di Vitamina B3 inizialmente contenuta nel Nicomenthyl 20.
In pratica, la quantità di Vitamina B3 rilasciata nella pelle dal Nicomenthyl 20 è circa 8 volte superiore a quella della Niacinamide.

No, il Nicomenthyl 20 non ha funzione sbiancante. Al contrario, esso tende ad aumentare la pigmentazione cutanea mentre protegge efficacemente dai danni causati dai raggi UVA e UVB.

Si, certamente. Non ci sono incompatibilità tra le due sostanze.

Perché garantisce il più alto e rapido rilascio di Vitamina B3 che avviene senza irritazioni o sensibilizzazioni cutanee, come ampiamente dimostrato dai numerosi test di sicurezza ed efficacia effettuati.

Regulatory

Certamente. N° registrazione REACH: 01-2120770053-62-0000. Nome INCI: Menthyl nicotinate.

Per il solo motivo che, alla data odierna, la legislazione cinese impone i test su animali per tutti i nuovi ingredienti cosmetici, in netto contrasto con le legislazioni di pressoché tutti i paesi occidentali e, nella fattispecie, in totale e palese opposizione alla legislazione Europea, che vieta espressamente tali test (Regolamento cosmetici (CE) n.1223/2009, art.18 “Sperimentazione animale”).
Multichem R&D ritiene i test su animali inutili e crudeli. Il Nicomenthyl 20 non è mai stato testato e non verrà mai testato su animali. È stato sottoposto a tutti i necessari test convalidati dalla legislazione Europea al fine di dimostrarne la completa sicurezza ed efficacia.

Sì. Certificato Prodotto Halal N°445 del 16/04/2019 rilasciato da Halal Italia.

Sì. Certificato Kosher del 19/03/2020 rilasciato dal Tribunale Rabbinico del Centro Nord Italia.